mercoledì 29 marzo 2017

Miglio risottato ai funghi (migliotto)

Il miglio, questo sconosciuto, o meglio... noto come mangime per i canarini 😆
In realtà il miglio è un antico cereale molto consumato nel passato.
È molto energetico perché ricco di carboidrati e ha un grosso potere saziante, quindi se siete a dieta fa proprio per voi!
Diete a parte, ha mille altre proprietà fra cui vitamine del gruppo A, B, E, è ricco di sali minerali, fa molto bene a capelli e unghie ed è un alimento adatto ai celiaci se acquistato decorticato.

Passiamo alla ricetta di oggi, interamente adattata al bimby, ma chi vorrà potrà preparate tutto in una comune pentola.
La ricetta non è mia ma arriva direttamente dal web.



(Seguirà foto)



Ingredienti per circa 3 persone:

1 cipollato
250 grammi di miglio decorticato
650 grammi di acqua
200 grammi di funghi freschi affettati
20 grammi Olio EVO
1 cucchiaino di dado bimby o sale
2 cucchiai di panna di soia per mantecare (facoltativo)

Procedimento:

1) Sciacquare accuratamente il miglio e lasciarlo in ammollo in acqua pulita per 30 minuti.

2) Inserire nel boccale il cipollotto: 5 sec. vel 7;

3) Versare 20 g d'olio EVO: 3 min. 100° vel 1;

4) Aggiungere i funghi affettati, il miglio scolato, un cucchiaino di dado bimby (o il sale) e 650 g d'acqua: 20 min. 100° vel 1 ANTIORARIO;

5) Verso la fine del tempo impostato verificare il grado di cottura: se il nostro miglio è ancora troppo liquido passare alla temperatura Varoma, se al contrario risulta troppo asciutto aggiungere acqua q.b.;

6) Infine mantecare a piacere con 2 cucchiai di panna di soia.


giovedì 17 novembre 2016

Farro e lenticchie

Oggi vi presento un primo un po' alternativo dove al posto della classica pasta andremo ad utilizzare il farro, un cereale poco utilizzato in cucina, in abbinamento con un legume prezioso: la lenticchia.

Il farro è un cereale che contiene glutine, sebbene in maniera ridotta rispetto agli altri cereali, tuttavia non è adatto ai celiaci, mentre chi non ha problemi con il glutine scoprirà che è un cereale poco calorico ma ricco di proprietà.

Il piatto di oggi quindi sarà farro con lenticchie, carote, sedano, zucchine e cipolla + un po' di salsa di pomodoro.

Io procedo con la cottura al vapore del farro, tuttavia è possibile farlo bollire in acqua salata per il tempo indicato sulla confezione.


Chi ha il bimby troverà la ricetta dedicata in fondo alla pagina.





INGREDIENTI PER 3-4 PORZIONI


100 g lenticchie rosse decorticate
1 costa sedano
2 carote piccole
1 zucchina grande
50 g salsa di pomodoro
20 g olio evo
200 g di brodo vegetale circa (o acqua e dado bimby)
250 g di farro perlato
sale fino q.b.


Utensili: un cestello per la cottura al vapore
Utensili per chi userà il bimby: cestello



Taglia a piccolissimi tocchetti la carota, la cipolla, il sedano e la zucchina e metti tutto in una casseruola. Aggiungi l'olio e cuoci per circa 10 minuti a fiamma non troppo alta.

Aggiungi le lenticchie (non è necessario metterle in ammollo, essendo decorticate), la salsa di pomodoro e il brodo e cuoci per circa mezz'ora. Durante la cottura regola di sale. Terminata la cottura metti da parte.

A parte prepara una pentola con dell'acqua e inserisci un cestello per la cottura al vapore.

Lava il farro, scolalo bene e inseriscilo nel cestello. Cuoci per il tempo indicato sulla confezione.

In alternativa è possibile cuocere il farro in abbondante acqua salata seguendo i minuti di cottura indicati sulla confezione.

Unisci il farro bollito al sugo di lenticchie, cuoci a fiamma bassa altri 5 minuti circa.

Impiatta.





Se hai il bimby:


Frulla sedano, carote, cipolla e zucchina a vel 7. Aggiungi l'olio e cuoci per 7 min vel cucchiaio. Aggiungi le lenticchie, la salsa di pomodoro e il brodo e cuoci per 30 min vel cucchiaio 100 gradi.
Metti da parte. Nel boccale acqua e sale fino a coprire le lame, metti il cestello con il farro lavato dentro e cuoci per 30-40 min Varoma vel 1, togli acqua dal boccale e metti le lenticchie, aggiungi il farro e se serve un po' d'acqua, fai andare per 3-4 min a vel 1, 100 gradi. Impiatta.

venerdì 13 maggio 2016

Rice crispies cake (Torta al riso soffiato)

Quest'anno per la festa di compleanno dei miei bimbi ho preparato questi dolcetti bellissimi da vedere e super gustosi, anche se super calorici (:-D).
Sono velocissimi da fare, non richiedono cottura ma solo un tempo di riposo in frigorifero.
Per dare un tocco di colore ho cosparso la superficie con le codette colorate, ma voi sbizzarritevi pure con la fantasia.
Vi avverto, uno tira l'altro quindi se siete a dieta statene alla larga!!

Questi dolcetti si possono anche congelare. Una volta ricavati tanti quadrotti, conservateli in un contenitore di vetro adatto al freezer (io uso quelli in pyrex con il coperchio). Per via del burro non si attaccheranno fra loro e potrete tirarli fuori anche singolarmente.




INGREDIENTI

250 g. di riso soffiato
6 barrette di Mars
100 g. di burro


ESECUZIONE

Dopo aver spezzettato i mars ed il burro in un pentolino, sciogliere il tutto a bagnomaria.
Il burro e i mars dovranno sciogliersi bene ed amalgamarsi completamente.
Quando il composto sarà sciolto, senza spegnere la fiamma aggiungere il riso soffiato e mescolare bene fino ad amalgamare tutto il riso soffiato alla crema di mars. Spegnere la fiamma.

Ricoprire con della carta forno una teglia rettangolare o rotonda con apertura a cerniera e versarvi dentro il composto, quindi compattare bene con un cucchiaio oppure schiacciando con i polpastrelli. Si dovrà ottenere un "mattoncino" ben compatto che dovrà poi raffreddare prima a temperatura ambiente e poi qualche ora in frigorifero.
Qualche ora prima di consumarla, estrarre la torta dal frigorifero e tirarla fuori dallo stampo aiutandosi con la carta forno. Con un coltello ricavare dei quadrotti e.. gustare!

Se avete ospiti potete acquistare dei piccoli pirottini ed anziché versare tutto il composto nella teglia prendetene una parte con un cucchiaio e formate delle mini montagne all'interno dei pirottini, quindi decorate con le codette colorate.

Tirate i dolcetti fuori dal frigo mezz'ora prima di servirli.

domenica 13 marzo 2016

Cordon bleu vegetale

Questa ricetta è di "Fornello vegano", che ringrazio per la simpatia, fra l'altro ;-)

E' vegetale perché al posto della carne si utilizza la soia che si presta perfettamente a questo tipo di preparazioni.

Vi avviso subito che tale Simone, proprietario della pagina di cui sopra e cuoco per passione, spesso glissa sulle quantità da utilizzare e quindi qualche volta bisogna andare un po' "ad occhio" :D

I cordon bleu si possono congelare, l'importante è distanziarli durante l'operazione così poi all'occorrenza si potrà tirarne fuori dal freezer uno per volta. A quel punto basterà cuocerlo direttamente da surgelato in una padella con un filo d'olio oppure nel piatto crisp del microonde, come faccio io.






Ingredienti per circa 10 cordon bleu:

1 confezione di tritatino di soia (circa 180 g.)
1 pizzico di paprika
1 ciuffetto di prezzemolo tritato
sale q.b.
2 cucchiai di olio evo
1 pizzico di aglio in polvere
farina di semola q.b. 
pangrattato q.b.


Per la pastella (consistenza della uova sbattute, per intenderci):
farina di ceci e acqua nel rapporto 1:2
sale q.b.

In una ciotola metti una parte di farina di ceci, aggiungi il doppio dell'acqua e con un frustino stempera bene la farina. Aggiungi del sale e lascia riposare.


Per il ripieno:
Mozzarella vegetale (tipo mozzarisella fumè)
oppure besciamella e funghi
oppure besciamella e verdure 
oppure un qualsiasi formaggio filante autoprodotto




Preparazione: 

Cuocere il tritatino di soia in acqua seguendo le istruzioni sulla confezione e scolarlo per bene schiacciando un po' per far perdere tutta l'acqua.
Mettere la soia in un frullatore e aggiungere il prezzemolo, la paprika, il sale, l'olio, l'aglio.
Frullare per bene il composto, il quale dovrà essere molto morbido (non liquido), non importa se sarà un po' appiccicoso.
Versare tutto in una ciotola e aggiungere la pastella (poca per volta) fatta con farina di ceci e acqua ed infine la farina di semola. Aggiungere pastella e farina di semola finché non si avrà la consistenza di una palla lavorabile.

Cominciare a fare delle polpette grosse, schiacciarle al centro e riempirle con il ripieno desiderato (formaggio a cubetti o funghi precedentemente ripassati in padella e besciamella, ecc). 
A questo punto preparare un'altra pallina schiacciata (1,5 cm di spessore circa) e poggiarla sul primo disco, chiudendo bene i bordi. 

Passare i cordon bleu prima nella pastella di farina e ceci e poi nel pangrattato. 
Cuocerli in olio bollente fino a doratura.


venerdì 4 marzo 2016

Pasta al vino

La pasta al vino è un'ottima base per torte salate. E' priva di grassi animali perché l'unico grasso in essa contenuto è vegetale, infatti parliamo dell'olio (nel mio caso olio extravergine di oliva).
Una volta stesa in teglia, la pasta al vino può essere ricoperta di verdure a piacere, insomma basta spaziare un po' con la fantasia, oppure si possono ricavare dei biscottini salati da servire con un aperitivo. In questo caso basterà stendere la pasta al vino e ritagliarla con delle formine. Sopra potete aggiungere dei semi di papavero, ed ecco fatto!

Chi ha il bimby può seguire la ricetta sul libro base, che io per comodità inserirò il fondo alla pagina.







INGREDIENTI: 

300 gr di farina tipo 0
100 gr di vino bianco secco
80 gr olio
1 pizzico di sale


Versate tutti gli ingredienti in una ciotola e impastate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Stendete l'impasto e riempite la base come desiderate, oppure ricavate dei biscotti salati con delle formine.

Infornare a 180°C per circa 20 min.



PROCEDIMENTO CON IL BIMBY:
Versare nel boccale il vino e l'olio, emulsionare 10 sec. vel 4 
Aggiungere la farina, un pizzico di sale: impastare 1 min. vel. Spiga
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...