mercoledì 18 giugno 2008

Dado casalingo vegetale

Come promesso eccomi con la ricetta del mitico dado vegetale, impossibile non averlo in frigorifero. Ormai rifuggo da quasiasi preparato pronto da supermercato. Qualsiasi dado mi sembra troppo forte, ultimamente ho provato quello granulare a casa di mamma e non mi è piaciuto per niente, ha un sapore strano.
Sarà per una questione di abitudine, cosa posso dirvi.. fatto sta che io almeno so cosa metto nel *mio* dado e sono *sicura* che dentro ci sono *solo* verdure fresche. E questo mi basta.


(*)Per il procedimento senza bimby andare a fondo pagina.
N.B. per maggiori informazioni sul metodo di conservazione cliccare QUI.


In fondo troverete la ricetta per conservarlo e consumarlo in crema così com'è oppure facendolo asciugare in microonde e liofilizzandolo, per un dado di tipo granulare. Per realizzarlo ho preso spunto da una ricetta del sito cookaround ;-)







Ingredienti per un vasetto grande:
100 gr. di sedano fra gambo e foglie
3 carote
1 cipolla
1 pomodoro
2 zucchine
1 spicchio d'aglio
30 gr. di vino bianco secco
1 ciuffo di prezzemolo
qualche foglia di basilico
1 cucchiaio di olio evo
150 gr. di sale grosso

Preparazione con il bimby:
Tritare tutte le verdure nel boccale: 10 sec. vel. 4.
Unire il sale, l'olio, il vino e cuocere per 20 min. a Varoma vel.1-2.
Portare lentamente a vel. 6 ed omogeneizzare salendo lentamente a vel. Turbo per 1 min.

(*) Preparazione senza bimby:
Tritare grossolanamente tutte le verdure servendosi di un comune tritatutto, avendo però l'accortezza di tagliarle precedentemente a dadini.
Travasare tutto in una pentola, aggiungere il sale, l'olio ed il vino e cuocere per 20-30 minuti mescolando di tanto in tanto e coprendo a metà con un coperchio.
Omogeneizzare il tutto con un frullatore ad immersione e travasare in un barattolo di vetro.
Appena sarà freddo chiudere con il tappo e conservare in frigo o freezer.


Per ottenere un dado granulare come questo:




  1.  mettete una parte di crema ottenuta in un contenitore basso e largo di vetro (come quelli in pyrex);
  2. inserite il contenitore nel microonde a 650W per 10 minuti circa, girandolo 4-5 volte (l'acqua dovrà asciugarsi);
  3. lasciate raffreddare completamente, spezzatelo in grossi pezzi e frullatelo nel bimby per pochi secondi (o in un frullatore qualsiasi).
Si conserva in un luogo fresco e asciutto. Per ottenere una dose basta prelevarne un cucchiaino da the.
Nota: se preferite un dado meno liofilizzato e più granuloso, fatelo asciugare un po' meno nel microonde, quando lo frullerete avrà i granelli più grossi.

15 commenti:

Micaela ha detto...

Ottima idea anche questa! mi sono copiata le ricette così sono a posto! ma se lo conservi in freezer poi si riesce a prelevare o bisogna farlo scongelare?
ciao ciaoo

radem ha detto...

Vale lo stesso del dado di carne, si preleva facilmente perchè la presenza del sale non fa congelare completamente il dado, quindi con il cucchiaino si riesce a prendere la dose che serve.
Io però conservo i miei dadi in frigo fino a 4-5 mesi tranquillamente e non si rovinano nè cambiano colore, restano identici!

Ciao cara!

Dolcienonsolo ha detto...

Che brava che sei...devo provarci anch'io|
Buona giornata

Sere ha detto...

Ciao!! Grazie e mille x la visita che ricambio volentierissimo! Vedo che anche tu hai il mitico "bimby"...beh, io lo uso pochino ma è davvero un aggeggio indispensabile nella mia cucina...
un bacio..a presto.

Micaela ha detto...

addirittura si conservano per tutto questo tempo? voglio provare a farlo!

Cannelle ha detto...

Che ne dici se lo congelo nellevaschettine del ghiaccio così ce l'ho porzionato?
Ciao radem, a presto.

radem ha detto...

@Dolcienonsolo: prova e la tua salute ne ricaverà parecchio ;)

@Sere: io vado a periodi con il bimby però diciamo che lo uso abbastanza spesso ed anche volentieri visti i tempi dimezzati con le varie cotture..
Grazie per essere passata di qui :-*

@Micaela: sì vai sul tranquillo, la durata è collaudata fino ai 6 mesi, sempre per via del sale. Anche ai corsi bimby danno questi tempi di conservazione.

@Cannelle: ottima idea se vuoi porzionare direttamente. Io che cubetto tutto mica ci avevo pensato :PP
Ciao e grazie per essere passata!!

astrofiammante ha detto...

due bellissimi post.....anzi più che belli direi utilissimi, grazie di pensare anche a chi non ha il bimby
baciiiiiii e buona domenica!!

radem ha detto...

Ciao astro ti ringrazio molto, troppo buona però :P
Scherzi a parte, quello che di utile apprendo mi piace condividerlo con voi :)
Buona domenica anche a teeee

Laura ha detto...

mentre il preparato per il dado di carne si sta raffreddando... sto già pensando di provare a fare anche questo! Grazie per le ricette pensate anche per in "non bimbysti"

radem ha detto...

Ciao Laura!
Io giusto oggi ho preso altre 2 cucchiaiate di questo magnifico dado ed è davvero un ottimo e genuino insaporitore.
Grazie a te per essere passata di qua, è stato un vero piacere conoscerti!

lamuffa ha detto...

Ciao! Domanda: come dose poi lo usi come un dado normale? DIciamo: se io nel risotto metto mezzo cubetto di dado, con questo dado quanto ne devo mettere, più o meno lo stesso "volume"? Grazie

radem ha detto...

In realtà ne va di più perché il sapore è meno forte di quello che compri al supermercato. Poi usandolo regolarmente avrai un'idea più precisa e saprai regolarti meglio, io ne metto un paio di cucchiaini poi assaggio ed in caso ne aggiungo ancora un po'.
Buona serata!!

giuliano ha detto...

ottime ricette golose semplici e salutari complimenti vivissimi il dado è sicuramente centomilavolte più salutare dei dadi tradizionali data l'aggiunta di quel maledettissimo GLUTAMATO....complimeti ancora dalla sardegna

giuliano :-)

radem ha detto...

Grazie Giuliano, purtroppo con i bambini non ho molto tempo da dedicare alla cucina ahimè, però il dado continuo a farlo sempre :)
Un abbraccio alla meravigliosa Sardegna!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...