lunedì 14 novembre 2011

Fonduta (piemontese) al profumo di tartufo



La fiera internazionale del tartufo bianco si è tenuta a Alba e si è conclusa proprio ieri (http://www.fieradeltartufo.org/).
Noi ci siamo stati il mese scorso e abbiamo riportato un bel tartufetto che ha così inaugurato questo piatto che vi presento oggi.
In fiera abbiamo anche assaggiato vari piatti fra cui le tagliatelle al tartufo e i vol-au-vent alla fonduta con tartufo, entrambi ottimi davvero!







Il tartufo veniva chiamato "cibo degli dei" dagli antichi, tuttavia non piace proprio a tutti.
Noi qui lo troviamo buonissimo, piace anche ai bambini che lo mangiano volentieri anche nella pasta, infatti ha avuto breve vita una volta che lo abbiamo riportato a casa!





 Ingredienti per 6 persone:

200 gr. di fontina valdostana
2 tuorli d'uovo
30 gr. di burro
100 gr. di latte p.s.
1 pizzico di sale
pepe q.b.
riccioli di tartufo nero fresco ricavati con il tagliatartufi o con la grattugia usando la parte con i fori larghi

Preparazione:


Taglia la fontina a fette e metti tutte le fette in una zuppiera abbastanza larga, quindi versaci sopra il latte. Riponi la ciotola in un luogo fresco per circa 2 ore. Aggiungi il burro e cuoci a bagnomaria finché la fontina non sarà completamente sciolta. Batti i tuorli d'uovo e uniscili al formaggio, poi regola di sale e pepe.

Mescola bene fino ad ottenere una crema omogenea, impiatta e aggiungi il tartufo. Accompagna la fonduta a qualche crostone di pane.









Per chi ha il bimby:
Inserire nel boccale la fontina: 4 sec. vel. 5.
Unire il latte, il burro, il sale e il pepe e cuocere per 5 minuti a vel. 4, temp. 80°.
Con le lame in movimento, dal foro del coperchio unire i tuorli: 1 min. a vel. 5.
Impiattare e servire con crostoni di pane e tartufo precedentemente tagliato a piccole lamelle.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...