lunedì 10 marzo 2008

Gnocchi alla romana


E' solo la prima volta che preparo gli gnocchi alla romana, non li avevo mai provati prima.Ma sono buonissimi, come ho potuto ignorarli fino ad oggi?!?!

Ho seguito la ricetta del libro base del bimby (tm21) variandola un po' e poi ho steso il tutto su una tavoletta di legno ricavando dei dischi che ho poi infornato. Una delizia!




Dosi per 4 persone:

250 gr. di semolino di grano (io ho polverizzato la comune pasta, le penne per essere precisi, a vel. turbo)
1 lt. di latte parzialmente scremato
60 gr. di burro (di cui 40 gr. servono per gratinare gli gnocchi in forno)
70 gr. di parmigiano grattugiato (di cui 30 gr. andranno usati per gratinare in forno)
2 tuorli
2 cucchiaini di sale fino

Preparazione:
Inserire nel boccale il latte, il sale e 20 gr. di burro. Portare ad ebollizione per 7 min. a 100° vel. 1. Con le lame in movimento a vel. 4 unire a pioggia 40 gr. di parmigiano, i due tuorli ed il semolino: 7 min. a 90° vel. 1.
Stendere il composto ottenuto sulla spianatoia dando 1 cm. circa di spessore.
Quando sarà freddo ritagliare con il misurino tanti dischetti e disporli leggermente sovrapposti in
una pirofila imburrata. Cospargere con il burro rimasto a fiocchetti ed il restante parmigiano e cuocere in forno già caldo a 200° per circa 20 min.


Con i due albumi rimasti, potete preparare delle crespelle senza colesterolo, seguendo QUESTA ricetta!


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao mi chiamo Vincenzo, scusa ma io non condivido la cucina con il bimby o altri robottini che possono aiutare a cucinare. Per me va fatta al naturale dove te tosti i tuoi ingredienti aggiungendo quel pizzico di fantasia che in cucina c'è ne tanta, il cuoco si mette ai fornelli senza sapere come svilupperà un piatto poì verrà man mano che lo si cuoce con fantasia.. scusami se non condividerai le mie affermazioni..

radem ha detto...

Ma io non sono una vera cuoca, nel senso che c'è la passione, questo sì, ma non posso definirmi una "cuoca" nel vero senso della parola. Il bimby mi è stato regalato e lo uso tantissimo soprattutto ora che ho tre bambini piccolissimi e praticamente zero tempo per cucinare :)
Poi ognuno coltiva la passione per la cucina come crede, se si ritiene che il frullatore sia roba troppo "moderna", esiste sempre la mezzaluna ;)))

Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...