giovedì 28 gennaio 2016

Bauletti di verza ripieni di purè e ricoperti di besciamella

Una super ricetta di una super ragazza del gruppo "bimby vegan".
Questi bauletti sono spettacolari, chi non ama la verza non riuscirà a non provarli perché meritano davvero.

Si prepara tutto nel bimby, in alternativa bastano pentole e mestoli :D








Ingredienti per 1 teglia rettangolare:



Per cuocere la verza:

1 lt. di acqua
9 foglie di verza lavate ed asciugate


Nel boccale un litro d' acqua, nel varoma le foglie di verza: 20 min temp varoma. Mettere da parte.


Per la besciamella:

250 g. di acqua
15 g. di margarina
25 g. di farina
1 cucchiaio di dado bimby
1 pizzico di noce moscata
sale q.b.

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale: 6 min, 100 gradi, vel 4.


Per il purè di patate;

1 cipollotto
20 g. di olio evo
500 g. di patate già pelate
170 g. di acqua
1 cucchiaino di dado bimby

Nel boccale: cipolla e olio. Cuocere a 100°, 3 min a vel 4.
Inserire la farfalla ed aggiungere le patate tagliate a fettine, l'acqua e il dado: 25 min, 100 gradi, vel 1. Montare: 30 sec a vel 3


Assemblare il tutto: un cucchiaio di purè in una foglia di verza, chiudere a bauletto e mettere in una teglia leggermente unta. Ricoprire con besciamella e una spolverata di lievito alimentare in scaglie (*).
Infornare a 200 gradi fino a doratura.



(*) Il lievito alimentare non è altro che  lievito di birra (fungo della specie Saccharomycies Cerevisiae) essiccato e ridotto in scaglie per poter essere aggiunto più facilmente alle diverse pietanze. A livello nutrizionale il lievito alimentare è un'ottima fonte di vitamine del gruppo B, aminoacidi essenziali, fibre e ferro.
E' possibile reperirlo nei negozi di prodotti biologici.

sabato 23 gennaio 2016

Pizza in teglia (senza pieghe) con lievito madre

Questo è l'impasto per pizza che realizzo più spesso dopo quello super collaudato di questa pagina, che però, a differenza della ricetta che sto per presentarvi, richiede un po' più di manualità per via delle "pieghe a tre" e della lavorazione dell'impasto che presenta un'elevata percentuale di idratazione.
La ricetta originale della pizza di oggi (questa) in realtà è con le pieghe, ma io varie volte per fretta non le ho fatte scoprendo che l'alveolatura è ugualmente bella e la pizza risulta comunque leggera, quindi le ho abolite del tutto in questa ricetta ;-)

Il mio suggerimento è di non usare mai il matterello quando stendete la pizza, perché non aiuta a renderla alveolata e soffice, al contrario favorisce lo schiacciamento delle bolle contenute nell'impasto e quindi la pizza diventerà compatta e pesante.









INGREDIENTI:

600 g. di farina '0' o farina di tipo 1
200 g. di lievito madre rinfrescato
350 ml di acqua
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio evo

Condimento:
passata di pomodoro
mozzarella a cubetti (dopo averla tagliata, lasciarla colare per perdere i liquidi in eccesso)
olio evo
sale fino

PROCEDIMENTO:

Sciogliere il lievito madre nell'acqua appena tiepida ed aggiungere la farina.
Impastare nell'impastatrice oppure a mano fino ad ottenere un panetto lavorabile. Durante la lavorazione dell'impasto aggiungere il sale incorporandolo bene, quindi aggiungere l'olio continuando a lavorare l'impasto per almeno 10 minuti.
Quando la palla sarà liscia e soda, riporla in una ciotola precedentemente oliata e coprire con pellicola.
Riporre la ciotola nel luogo più caldo della cucina, oppure nel forno con lucina accesa ed attendere che parta la lievitazione (occorrerà circa un'ora, anche qualcosina in più).
Una volta che la nostra palla inizierà a crescere, riporre la ciotola in frigo fino al giorno dopo.
Il giorno successivo (se sarà andato tutto bene, il nostro impasto sarà lievitato molto lentamente in frigo) riprendere la ciotola e lasciar acclimatare l'impasto per alcune ore a temperatura ambiente oppure in forno con lucina accesa (occorreranno 3 ore circa, il tempo varia in base alla temperatura che si ha in casa. L'impasto dovrà raddoppiare).
Rovesciare l'impasto su un piano o una tavoletta di legno e dividerlo in due.
Preparare due teglie ungendole con olio ed aiutandosi con i polpastrelli allargare delicatamente l'impasto in ogni teglia, cercando di non schiacciarlo con le dita e di non strapparlo (ungersi appena le dita per facilitare l'operazione).
Coprire con pellicola e lasciar lievitare due ore circa in un luogo caldo.
Accendere il forno alla massima potenza in funzione statico (io non uso la funzione "ventilato" perché tende a seccare troppo l'impasto) e appena il forno sarà caldissimo togliere la pellicola da una delle due teglie ed aiutandosi con un cucchiaio cospargere sulla superficie un'emulsione di passata di pomodoro, olio e sale.
Infornare per almeno 5 minuti nel gradino più basso del forno, quindi spostare a metà altezza per altri 10 minuti circa. Aggiungere la mozzarella e terminare la cottura.
Ripetere l'operazione con la seconda teglia.

giovedì 21 gennaio 2016

Nutella fatta in casa

Dovrei chiamarla "crema spalmabile alla nocciola", perché ha davvero il sapore di nocciola.
Ho provato tante versioni e ricette diverse di "simil-nutella" e questa è l'unica a soddisfarmi davvero. La ricetta originale è quella de "La cucina italiana" che io ho poi "bimbyzzato".
E' sicuramente una crema genuina perché si utilizza esclusivamente olio extravergine di oliva (nel mio caso è quello di nostra produzione, meglio di così non si può), latte vegetale fatto in casa (io uso quello di mandorle, ma va bene qualsiasi altro latte), cacao amaro e nocciole tostate. Nessun ingrediente strano per ottenere questa cremosissima delizia. Serve semplicemente un potente frullatore, stop :-)
Chi ha il bimby, invece, troverà la ricetta in fondo alla pagina.

La crema si conserva in frigorifero fino a 10 giorni, ma solitamente finisce prima. Chi preferisce una crema dal sapore meno "noccioloso", può ridurre la quantità di nocciole, ma è assolutamente soggettivo.








INGREDIENTI per un vasetto da 170 g. circa.

100 g. di nocciole sgusciate
3 cucchiai di zucchero di canna integrale
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
70 g. di latte vegetale


PREPARAZIONE

Mettere le nocciole in una padella e tostarle a fiamma molto bassa per 5 minuti circa, girandole spesso e facendo attenzione che non brucino.
Prima che diventino fredde, sfregarle fra le mani per eliminare il grosso della pellicina e travasarle in un frullatore, dove andranno frullate fino a farle diventare polvere.
Aggiungere l'olio e frullare nuovamente, il composto risulterà liscio.
Unire lo zucchero ed il cacao amaro e frullare nuovamente, quindi aggiungere il latte che servirà a dare maggiore cremosità alla nostra crema.
Frullare fino a rendere la crema omogenea.
Se risultasse troppo liquida, aggiungere altre nocciole in polvere, se invece fosse troppo densa basterà aggiungere un altro goccio di latte.
Versare in un barattolino di vetro e conservare in frigo.


SE HAI IL BIMBY:

Metti le nocciole nel boccale: 10 sec a vel 10, poi con la spatola riunisci il composto al centro e aziona di nuovo per 5 sec. vel 10.
Riunisci la polvere di nocciole al centro e aggiungi l'olio: 5 sec. vel 8
Unisci lo zucchero e il cacao: 8 sec, vel 10
Aggiungi il latte: 5 sec. vel 8
Riunisci il composto con la spatola e verifica se è cremoso al punto giusto, altrimenti frulla ancora fino a raggiungere la consistenza desiderata, aggiustando di latte o di polvere di nocciole se risultasse più o meno liquido.
Versa in un barattolino e conserva in frigo.

giovedì 14 gennaio 2016

Pane con farina di tipo 1

Questa è la ricetta per la macchina del pane che uso maggiormente, è una di quelle provate a suo tempo, cambiate e meglio riuscite, così l'abbiamo fatta nostra.
Negli anni ho provato tante ricette diverse ed ho imparato a gestire dosi e quantità (l'esperienza serve), così questa è la mia ricetta perfetta :-)






Per ottenere 1 kg di pane:

700 g. di farina di tipo 1 (io uso quella del mulino, in alternativa potete utilizzare farina 0 mista a farina integrale)
400 g. di acqua a temperatura ambiente
20 g. di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di malto d'orzo o di zucchero
1-2 cucchiaini di sale fino (dosatelo a vostro gusto)
mezzo cubetto di lievito di birra fresco

Nella macchina: acqua, olio e sale. Aggiungere la farina e lo zucchero ed infine il lievito sbriciolandolo con le dita.

Programma base, crosta media, 1 kg.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...