mercoledì 16 aprile 2014

Torta magica al cioccolato senza uova, senza burro, senza latte e.. senza ciotola!

Esistono tantissime versioni della "torta magica", basta cercare su google e si aprirà un mondo :D
Io ho deciso di provare questa versione, presa dal blog di Arabafelice che a sua volta ha preso da un altro blog, ma comunque questa è la fonte: http://arabafeliceincucina.blogspot.it/2012/10/tortina-magica-al-cioccolato-senza-uova.html

La torta è velocissima da realizzare e, udite udite, non servirà sporcare mille contenitori e ciotole ma bastano una frusta a mano e la teglia che userete per infornarla. Sì perché l'impasto va preparato direttamente in teglia.
Eccerto, altrimenti perché dovrebbe essere tanto magica?

Il segreto è non cuocerla tanto, altrimenti diventa secca, io l'ho tenuta in forno solo 35 minuti a 175° (forno ventilato e preriscaldato, ma sappiamo bene che ogni forno è diverso).
Inoltre andrebbe usata una teglia non tanto grande altrimenti la torta verrà molto bassa visto che non contiene lievito. Ne consigliano una da 20 cm quadrata oppure tonda da 22 cm. Io ne ho usata una quadrata da 25 cm ed è venuta bene lo stesso, al massimo potete usarne una in alluminio usa e getta che abbia queste misure.

Altro accorgimento: toglietela dalla teglia solo quando si è raffreddata e ungete la teglia (se antiaderente è meglio) prima di iniziare, servirà a non far attaccare la nostra torta.





L'interno è così, non si presenta secco anzi!






Ingredienti:



170 g di farina
170 g di zucchero
3 cucchiai colmi di cacao amaro
un cucchiaino di bicarbonato
mezzo cucchiaino di sale
6 cucchiai di olio di semi
un cucchiaino di estratto di vaniglia
un cucchiaio di aceto bianco (fondamentale)
250 ml di acqua
zucchero a velo per guarnizione




Procedimento:


Ungere con poco olio la teglia antiaderente in cui si realizzerà il dolce.

Versarvi la farina, lo zucchero, il cacao, il sale ed il bicarbonato, mescolandoli con un cucchiaio.

Al centro versare quindi l'olio, l'aceto (reagisce con il bicarbonato favorendo la lievitazione, non omettetelo, il sapore non si sente per nulla!), la vaniglia e l'acqua.

Mescolare velocemente con una frusta a mano. Se state usando una teglia antiaderente è meglio usarne una in silicone, per non graffiare la teglia.

Cuocere in forno preriscaldato a 175°/180° gradi per circa 35-40 minuti.

Una volta fredda cospargere con dello zucchero a velo.

lunedì 7 aprile 2014

Peperoni ripieni di quinoa

Con questa ricetta, oggi inauguriamo la nuova sezione vegana del mio blog ;)

Non sono vegana per il momento (per chi non lo sapesse, il veganismo - che sia per motivi etici o di salute - si basa sull'esclusione dalla propria alimentazione non solo di carne e pesce ma anche dei loro derivati e quindi miele, uova, formaggi, latte, burro ecc..) , ma intendo partecipare (e mi sto "allenando" sul serio) ad una bellissima iniziativa promossa su una pagina facebook che vi linko qui, sia mai qualcuno di voi decidesse all'ultimo di farne parte o semplicemente volesse informarsi: https://www.facebook.com/groups/237286719790195/
Si tratta di provare a mangiare vegano per 21 giorni, si parte il 1° maggio alla scoperta di sapori nuovi (e non, se pensiamo che la nostra cucina mediterranea è ricca di piatti vegani!).. ed io che ho già iniziato a spadellare voglio condividere con voi le ricette inventate da me o copiate da web (citando la fonte come ho sempre fatto, per correttezza e rispetto verso chi ha pubblicato la ricetta, il che mi sembra il minimo..), e chissà che in questo modo non arrivi a suscitare in voi un po' di curiosità ;-)

p.s. Alla fine del nome di ogni ricetta vegana troverete una (v), che significa appunto "vegana", così a colpo d'occhio avrete modo di trovare subito quali sono vegane e quali non lo sono
Iniziamo con la ricetta di oggi: Peperoni ripieni di quinoa.

Quino.. che? Quinoa! Ahah! Questa sconosciuta..
La quinoa in realtà io la mangio da un po' ma non l'ho mai usata come ripieno per le verdure.
E' una pianta che fa parte della famiglia degli spinaci e della barbabietola, ma a guardarla così non si direbbe affatto perché dà più l'idea di essere un cereale (ed infatti viene classificata come cereale, leggevo ora su wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Chenopodium_quinoa).

Questa ricetta è davvero semplicissima ma l'ho trovata molto gustosa e saporita. Ho preparato 3 peperoni in totale, ne ho mangiato uno e due li ho messi in freezer. Le volte successive mi è bastato tirarne fuori uno per tempo lasciandolo scongelare a temperatura ambiente e riscaldandolo nel forno a microonde.
Per le dosi be', non saprei come aiutarvi visto che ho fatto tutto ad occhio, ma comunque anche se cucinerete una quantità maggiore di quinoa, potrete usarla per preparare altro (molto altro!).

Passiamo all'argomento foto. Dunque per questioni di tempo non sempre riesco a dedicarmi alla fotografia regalandovi qualche scatto migliore (ma sempre scatti da neofita, non aspettatevi chissà cosa eh, non sono mica esperta io!) quindi beccatevi questi scatti dal cellulare, che almeno rendono vagamente l'idea del piatto :-D





Ingredienti:

Quinoa (considerate che in cottura cresce molto)
peperoni (io ne ho preso uno rosso, uno verde e uno giallo)
2-3 carote
una costa di sedano
mezza cipolla rossa di Tropea
curcuma q.b.
olio extravergine di oliva
acqua q.b.
farina di mais per la copertura o pangrattato
sale q.b.


  • Lessate la quinoa in abbondante acqua salata. In cottura assorbe molta acqua quindi per ogni parte di quinoa aggiungete tre parti di acqua. Per la cottura seguite i tempi indicati sulla confezione. Una volta cotta, scolatela e lasciatela raffreddare.
  • Lavate e asciugate i peperoni, tagliate la calotta e svuotate il peperone cercando di pulirlo dai semi e dai filamenti presenti al loro interno. Mettete dell'acqua in una pentola e accendete il fuoco, una volta raggiunto il bollore immergetevi i peperoni per 3 minuti appena, giusto il tempo di farli ammorbidire leggermente.


  • Pulite e tagliate la carota, il sedano e la cipolla a dadini piccoli, metteteli in padella e fate un soffritto con dell'olio e dell'acqua (a me non piace soffriggere molto, aggiungo acqua per rendere il soffritto più leggero, ma potete ometterla, se volete). 
  • Una volta che le verdure si saranno ammorbidite un po', spegnete e aggiungetele alla quinoa, regolate di sale se necessario e spolverate con abbondante curcuma (la nostra quinoa si colorerà magicamente).
  • Riempite i peperoni con la quinoa e le verdure compattando per bene il ripieno con un cucchiaio, aggiungete della farina di mais (o del pangrattato) sulla superficie ed un filo d'olio.
  • Infornate a 180° per circa 15 minuti o più, fino a far formare una lieve crosticina sulla superficie.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...