venerdì 15 febbraio 2013

Torta di mele e yogurt nel microonde

Una come me che ha non un forno ma ben DUE forni ROTTI, ma vi pare possibile? Non ci posso credere :'-(
Io il forno lo uso tantissimo, non doveva capitare proprio a me e sapete qual è la parte peggiore? Fra pochi mesi mi trasferirò e ne avrò uno nuovo, quindi fino ad allora resterò senza, aiuto!!!!

Pensavo che potrei ingegnarmi per sfruttare al meglio il mio microonde con funzione crisp, di certo non sono una che si arrende facilmente anche se quando ho visto che né il forno di casa e né la funzione ventilato del mio microonde Whirlpool funzionava mi sono cadute le braccia. Si saranno rotte entrambe le resistenze? Ma quante probabilità ci sono che si rompano contemporaneamente? Vabbè...

Ed è così che nasce la ricetta di oggi: voglia di riscattarsi e quindi zac, mi balena in testa l'idea di preparare un dolce. Ma come? Navigo qui e lì, dopo 3 minuti trovo una ricetta nel forum di giallo zafferano e dopo 5 minuti il mio dolce era già in forno. Detto fatto... ed è anche squisito!

In 14 minuti più il tempo che serve per prepararlo (neanche 5 minuti, poi vi spiego perché!) ho preparato una merenda ai miei bambini (ed anche per me!) così buona che la prossima volta la adotterò come merenda di gruppo quando avremo ospiti!



Occorrente: carta forno e teglia crisp






Ingredienti:

1 vasetto di yogurt da 125 g. (bianco naturale, alla vaniglia, alla banana..)
3 vasetti di yogurt di farina per dolci e sfoglie Molini Rosignoli
1 vasetto di olio extravergine di oliva
1 vasetto e mezzo di zucchero di canna + qualche cucchiaio per la copertura
2 uova medie
1 bustina di lievito vanigliato
1 pizzico di sale
1 pizzico di cannella
3 mele golden tagliate a fettine sottili ed irrorate con del succo di limone
zucchero a velo




In una ciotola mescola con una forchetta tutti gli ingredienti insieme, quindi le uova, l'olio, lo yogurt, la farina, lo zucchero, il pizzico di sale e di cannella, il lievito.
Dopo aver amalgamato bene tutto rivesti la teglia crisp con della carta forno e metti l'impasto dentro livellandolo con il dorso di un cucchiaio.
Iniziando dalla parte più esterna ricopri tutta la superficie dell'impasto con le mele tagliate a fettine chiudendo ogni giro ed iniziandone subito un altro, fino a ricoprire tutto.
Dai una spolverata di zucchero di canna sulla superficie ed inforna in modalità crisp per circa 14 minuti.
Togli dal microonde e una volta intiepidito cospargi con lo zucchero a velo.

martedì 12 febbraio 2013

Penne integrali con seitan, tofu e funghi

Reduce (ma non ancora completamente, non fatevi troppe illusioni!) da una settimana in cui virus vari, resistenti e non, hanno letteralmente occupato la nostra abitazione, stanziandosi come dei veri soldatini in agguato in ogni angolo della casa, riemergo silenziosamente ed a bassissima voce (sia mai se ne accorgano) per presentarvi un primo piatto che amo tantissimo: le penne integrali arricchite con del seitan, tofu e funghi misti o solo chiodini o solo porcini.
Ovvio, non è un piatto che consumo tutti i giorni, i funghi poi non li mangio molto spesso ma qui si abbinano perfettamente al resto degli ingredienti conferendo al piatto un cromatismo autunnale perfetto.
Questo piatto è adatto anche agli amici vegetariani/vegani ;-)









Ingredienti per 2 persone


160 g di fusilli integrali
100 g di seitan
50 g di funghi porcini
50 g di tofu al naturale bio
mezzo cipollotto
2 cucchiai d’olio evo
2 cucchiai di salsa di soia
brodo vegetale
2 foglie di basilico o una spruzzata di basilico secco e sminuzzato
1 ciuffetto di prezzemolo fresco
sale q.b.


Preparazione: 

Affetta la cipolla sottilmente e lasciala stufare in padella con due cucchiai d'olio, un po' di brodo vegetale e la salsa di soia.
Dopo circa 8-10 minuti unisci i funghi misti/chiodini/porcini, il tofu tagliato a cubetti ed il seitan affettato sottilmente.
Cuoci per almeno 10 minuti a fuoco vivo aggiungendo del brodo se necessario (non deve asciugare troppo).
Cuoci la pasta al dente in acqua salata e dopo averla scolata spadellala nel sughetto preparato. Aggiungi il basilico e il prezzemolo e impiatta.






Ho preso spunto da Il cucchiaio d'argento per questa ricetta.

sabato 2 febbraio 2013

Ketchup home-made

Il ketchup (o "Tomato sauce", come lo chiamano in Australia, da cui "tomato = pomodoro" e "sauce = salsa") entra a casa nostra molto di rado, non siamo consumatori fedeli di questo alimento ma saltuariamente ci piace affiancarlo ad uno dei nostri hamburger o veggie burger (vegetariani), quindi ho imparato ad autoprodurmelo prendendo spunto da una ricetta che ho trovato qui. La differenza rispetto alla ricetta originale è la quantità (io produco metà dose per volta e la consumo nel giro di pochi giorni) e l'assenza di cumino in polvere. Qui riporterò la "mia" versione e più in basso troverete quella adattata al bimby.

Facendo un po' di ricerche sul web, scopro che il ketchup non è una salsa americana ma.. orientale, ovvero nata in oriente (ma in origine era a base di pesce, poi personalizzata dagli americani utilizzando il pomodoro). Henry J. Heinz fu il primo produttore, da cui l'azienda che porta il suo nome, la Heinz diffusa ancora oggi.






Ingredienti:

La buccia di 2 carote medio-grandi
Le foglie di due/tre coste di sedano
500 g. di pomodori pelati biologici
1 pizzico di zenzero
50 g. di zucchero di canna
1 spicchio d’aglio senza l'anima
mezza cipolla
1 chiodo di garofano
20 g. di aceto di vino
Olio extravergine d’oliva
Sale



Lavate bene gli ortaggi, sbucciate l'aglio, apritelo a metà e togliete l'anima. Tritate cipolla, carota, sedano e aglio e metteteli in una pentola a pressione insieme al chiodo di garofano, al pizzico di zenzero, a un cucchiaino colmo di sale e a due cucchiai di olio. Fate appassire per qualche minuto. Aggiungete al soffritto i pomodori pelati con la loro acqua di vegetazione ed unite ulteriori 200 ml di acqua ed ancora un cucchiaino di sale. 
Fate cuocere per 30 minuti dal fischio. Dopo mezz'ora passate il tutto al passaverdura e per ottenere una salsa dalla densità più cremosa frullate tutto con un frullatore a immersione. 
Rimettete sul fuoco insieme all'aceto ed allo zucchero e lasciate cuocere altri 15 minuti dal fischio. Regolate di sale se necessario e trascorsi i 15 minuti verificate che abbia raggiunto il giusto livello di densità, altrimenti togliete il coperchio e lasciate asciugare ancora un po' la salsa, fino a raggiungere una consistenza simile a quella industriale.


Per conservare a lungo il ketchup
Sterilizzate tanti piccoli vasetti, suddividetevi il composto e chiudeteli bene. Avvolgete i vasetti in un panno, disponeteli in una pentola piena d’acqua fredda e portate a ebollizione. Lasciate bollire a fuoco basso per mezz'ora circa, quindi spegnete e lasciate raffreddare prima di riporre i vasetti in dispensa. La durata è di circa un anno.

Con il bimby:
Inserire l'aglio, la cipolla, la carota e il sedano nel boccale: 10 sec. vel 5
Raccogliere il trito con la spatola riunendolo al centro, aggiungere il chiodo di garofano, il pizzico di zenzero, un cucchiaino colmo di sale e due cucchiai di olio: 1 min. 100° vel 1.
Aggiungere i pomodori con la loro acqua di vegetazione, 200 ml di acqua ed 1 cucchiaino di sale: 15 min. 100° vel 1.
Frullare per 30 secondi a Turbo, aggiungere l'aceto e lo zucchero e cuocere per 20 min. a Varoma vel. 1 con il misurino inclinato per far fuoriuscire il vapore. Durante i 20 minuti controllare di tanto in tanto che la salsa si stia restringendo ed asciugando, se così non fosse aumentare i minuti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...