giovedì 27 settembre 2012

Mafalda corta con pesto di pomodori secchi e primo sale

Nonostante abbia trascorso la mattinata in giro a sbrigare un po' di commissioni, nonostante la luuunga coda all'ufficio postale durata quasi un'ora (e gli impiegati erano in quattro, le persone prima di me sei o sette, direi che mi è andata proprio male stavolta, ma avendo preso per sbaglio due biglietti per due tipi di operazioni diverse fra loro, ho fatto la mia opera buona cedendone uno ad una signora che aveva 15 numeri dopo di me... in fondo basta poco per strappare un sorriso a qualcuno, no?) e nonostante la corsa in bici per arrivare in farmacia prima che chiudesse (per la cronaca, sono arrivata 2 minuti dopo, era già chiusa) sono riuscita a prepararmi un pranzo ("io mangio da sola") che definirei speciale, perché questo primo piatto condito con questo pesto è buonissimo, è velocissimo da fare e poi è anche vegetariano! I vegani invece potranno sostituire il primo sale con altro tipo di formaggio, come il tofu.

La ricetta è di Azzurra, che ringrazio :-)




Ingredienti per 2 porzioni:
180 g. di pasta tipo mafalda corta
10 pomodori secchi
50 g. di primo sale + 20 gr. a dadini (per una versione vegana, basta sostituire il primo sale con qualsiasi formaggio veg autoprodotto o del tofu)
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.
2 ciuffetti di basilico


Riempire un pentolino con 3 dita di acqua e metterlo sul fuoco. Appena bolle tuffarci i pomodori e sbollentarli per 10 minuti circa.
Preparare la pentola per cuocere la pasta, appena inizia a bollire aggiungere un pugnetto di sale grosso (senza esagerare, generalmente i pomodori secchi sono saporiti) e cuocere la pasta per il tempo indicato sulla confezione.
Servendosi di un minipimer frullare i pomodori precedentemente tagliuzzati grossolanamente e 50 g. di primo sale, allungare con l'acqua di cottura dei pomodori fino ad ottenere una salsina. Aggiungere un filo d'olio e frullare ancora. Se necessario aggiustare di sale.
Scolare la pasta al dente e servirla con il pesto ottenuto, il basilico e un filo d'olio a crudo se necessario.

mercoledì 26 settembre 2012

Panini per hamburger

In questo periodo sono tutti alle prese con gli inserimenti al nido e alla materna, i primi compiti per chi va alla primaria, le iscrizioni ai corsi pomeridiani di nuoto, danza, calcio, karate... insomma è un periodo di transizione ed io odio questi periodi!
C'è di bello però che le mie giornate sono tornate quelle dello scorso anno scolastico, posso pianificare pranzo e cena in anticipo, dedicarmi alle millemila cose da fare senza correre e senza pormi l'annoso problema del "a chi li lascio?". Come chi, i bambini! ;)

E pianificando la cena di ieri sera, sono nati questi panini (già finiti o_O), sono sofficissimi dentro e hanno una crosticina friabile intorno, direi perfetti per i classici hamburger o i "vegan burger" che ho preparato io (a breve inserirò la ricetta).
Provateli e non ne resterete delusi, ma usate un forno statico possibilmente.
L'impasto può essere preparato nel bimby in pochi minuti (procedimento in fondo alla pagina), altrimenti a mano.





Ingredienti per 9 panini medi:

250 g. di acqua temperatura ambiente
10 g. di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
150 g. di patate lesse (potete bucherellare la buccia e lessarle nel microonde a 650W per 5-6 min. rigirandole a metà cottura)
500 g. di farina 0
1 cucchiaino scarso di sale
20 g. di olio extravergine di oliva (più 10 g. per spennellare i panini)
semi di sesamo a piacere


Mescolate tutti gli ingredienti per l'impasto e lavoratelo per circa 10 minuti fino a quando diventa soffice e liscio. Fate sempre attenzione a non mescolare lievito e sale insieme, perché il sale non favorisce la lievitazione, quindi questo andrà messo solo quando avrete già sciolto il lievito nell'acqua ed iniziato ad impastare con la farina.
Mettete l'impasto in una ciotola leggermente infarinata, coprite bene con la pellicola e lasciate lievitare per circa 3 ore in forno spento con luce accesa o in un luogo caldo al riparo da correnti.
Trascorse le tre ore, sgonfiate l'impasto e ricavate 9 palline che andranno messe in una teglia ricoperta di carta forno e appiattite leggermente. Lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per altre 2 ore.
Con un pennello da cucina spennellate la superficie con l'olio facendo attenzione a non sgonfiare i panini e a piacere aggiungete i semi di sesamo.
Cuocete in forno caldissimo a 225° per circa 15-20 minuti.
Togliete dal forno e trasferite i panini su una gratella a raffreddarsi.



Procedimento con bimby:
Nel boccale: acqua, lievito e zucchero. 20 sec. vel.2.
Aggiungete le patate cotte e frullate 10 sec a vel 4.
Unite la farina, il sale e l'olio. Impastate a vel. Spiga per 3 minuti. Mettete l'impasto in una ciotola leggermente infarinata, coprite bene con la pellicola e lasciate lievitare per circa 3 ore in forno spento con luce accesa.
Sgonfiate l'impasto e ricavate 9 palline che andranno messe in una teglia ricoperta di carta forno e appiattite leggermente. Lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per altre 2 ore.
Spennellate la superficie con l'olio facendo attenzione a non sgonfiare i panini e a piacere aggiungete i semi di sesamo.
Cuocete in forno caldissimo a 225° per circa 15-20 minuti.
Togliete dal forno e trasferite i panini su una gratella a raffreddarsi.



venerdì 21 settembre 2012

Sugo di pomodoro e verdure

Se volete fare come le formichine che si portano avanti per l'inverno ed avete il bimby, allora questa ricetta fa proprio per voi.
Ho preso una cassa di pomodori ed in pochissimo tempo sono riuscita a preparare vari barattoli di sugo pronto, che conserverò in una cassetta al fresco e al buio e che utilizzerò man mano durante l'inverno.
La ricetta arriva dal "libro verde" del bimby ed è stata rivisitata da sara70 del forum  http://www.ricettario-bimby.it 
A mio avviso i pomodori migliori sono quelli che in Abruzzo chiamiamo "romanelli", ma qui dove vivo ora sono introvabili, comunque molte persone si trovano benissimo anche usando i San Marzano (http://it.wikipedia.org/wiki/Pomodoro_di_San_Marzano_dell%27agro_sarnese-nocerino).
La ricetta non prevede aggiunta di olio, questo potrete aggiungerlo a crudo quando andrete a condire il vostro piatto.









Versione con zucchina e basilico
Ingredienti per circa 4 barattoli medi:

1 kg. di pomodori
1 zucchina medio-grande
1 cipolla piccola
1 carota grande
10 foglie di basilico
1 cucchiaino raso di sale

Versione con melanzana e basilico
Ingredienti per circa 4 barattoli medi:
1 kg. di pomodori
1 melanzana lunga medio-grande
1 cipolla piccola
1 carota grande
10 foglie di basilico
1 cucchiaino raso di sale

Versione con olive:
Ingredienti per circa 3 barattoli medi:

1 kg. di pomodori
1 manciata di olive nere o verdi o entrambe (20-30 olive)
1 cipolla piccola
1 carota piccola
2-3 foglioline di basilico fresco
1 cucchiaino raso di sale


Procedimento:

Pulite le verdure (pomodori esclusi), tagliatele a pezzi,  mettetele nel boccale e frullate a 10 sec. vel. 8
Lavate e tagliate a pezzi i pomodori, mettetele nel boccale e cuocete a Varoma per 30 min. vel. 1 lasciando il misurino inclinato.
Quando inizia a bollire aggiungete il sale. Una volta cotto aggiungete il basilico e frullate 1 min. vel. 8 o 1 min. a turbo se preferite una salsa vellutata.

Versate il sugo bollente nei vasetti, pulite bene i bordi quindi chiudeteli bene e sterilizzate * facendoli bollire per 30 minuti. Lasciate raffreddare i vasetti nell'acqua (occorrono molte ore), toglieteli e lasciateli rovesciati per qualche minuto appoggiandoli su un canovaccio.
E' importante che i coperchi si siano abbassati al centro facendo il sottovuoto, altrimenti dovrete ripetere l'operazione di sterilizzazione o in alternativa è possibile congelare il sugo direttamente.

* per la sterilizzazione: mettete in un pentolone i vasetti avvolti in un vecchio canovaccio, riempitelo di acqua fredda fino coprire i vasi di 5 cm circa. Portate a ebollizione e continuate la sterilizzazione a fuoco lento per 30 min .



martedì 18 settembre 2012

Risotto integrale alle zucchine e robiola

Ieri ho tartassato le amiche del gruppo dedicato al bimby su "faccialibro" perché avevo in mente per oggi un risottino integrale da cuocere nel robot. La prossima volta proverò con la pentola a pressione (per curiosità, perché il risotto di oggi era d-e-l-i-z-i-o-s-o-!) che ammetto di saper usare pochissimo, anzi si accettano consigli su come prepararlo usando il riso integrale che come saprete ha tempi di cottura moooolto lunghi.
Visto che la dose e i tempi da me usati sono perfetti, vi passo la ricetta anche se credo che il riso integrale sia molto meno usato rispetto a quello classico, ma una volta provatelo, è buonissimo! Resta più croccante, io lo trovo ottimo (ed anche nutrizionalmente direi che è perfetto).




Ingredienti per 3 porzioni:
250 g. di riso integrale
2 zucchine medio-grandi
1/4 di cipolla rossa di tropea o uno scalogno piccolo
20 g. di olio extravergine di oliva
700 g. di brodo caldo (o acqua calda)
50 g. di robiola
1 ciuffetto di prezzemolo
Parmigiano reggiano grattugiato (facoltativo)
sale q.b.

Procedimento con TM21 (per chi ha il TM31 basta attivare il tasto antiorario anziché mettere la farfalla):

Nel boccale cipolla e olio: 2 min. 100° vel.3
Aggiungi le zucchine tagliate a pezzi grandi o a rondelle: 10 sec. vel. 4 e 4-5 min. 100° vel. 1.
Inserisci la farfalla e il riso: 2 min. 100° vel.1.
Aggiungi il brodo caldo (o l'acqua) e regola di sale: 35 min. a 100° vel. 1 e 10 min. a Varoma vel.1.
Trascorsi i 10 minuti del Varoma aggiungi la robiola lasciando andare a vel. 1 per circa 15-20 secondi senza impostare la temperatura. Impiatta e aggiungi il prezzemolo fresco tagliato finemente e del parmigiano a piacere.

lunedì 17 settembre 2012

Fagottini di zucchine e stracchino

Dopo essere stata abbandonata da internet per oltre una settimana ed aver riflettuto sul peso che ha la tecnologia sulle nostre teste oggigiorno (cellulari ultimo grido, un pc con connessione ad internet) e su come si viveva ugualmente bene (o stavamo meglio?) senza avere un cellulare, senza avere internet o addirittura senza avere proprio un computer in casa (e mi sono ricordata che per uscire ci si metteva d'accordo dal giorno prima, si stabiliva orario e luogo e non avevamo bisogno di altro).... insomma dopo tutte queste mie elucubrazioni, esordisco con questa ricetta vegetariana a base di zucchine e stracchino che ho trovato deliziosa.





Ingredienti per 6/8 fagottini:


1 rotolo di pasta sfoglia fresca (meglio se rettangolare)
4 zucchine medie
mezza cipolla di tropea
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
6/8 cucchiai scarsi di stracchino (una confezione da 100 g. dovrebbe bastare)
sale q.b.

Preparazione:
Srotola la pasta sfoglia e con una rotellina per pasta o per pizza ricavane 6 o 8 rettangoli abbastanza grandi.
Lava e spunta le zucchine, tagliale a metà e grattugiale per il lungo ricavando dei fili. Soffriggile nell'olio insieme alla cipolla tagliata molto finemente. Aggiusta di sale e lascia appassire per circa 15 minuti girando spesso con un cucchiaio di legno. 
Una volta che le zucchine saranno fredde, mettine un pugnetto su ogni rettangolo di pasta, aggiungi un cucchiaio di stracchino e chiudi la sfoglia a fagottino incrociando gli angoli della pasta (angolo in alto a sinistra con angolo in basso a destra e viceversa). Sigilla bene i bordi per evitare che lo stracchino esca fuori durante la cottura.

Preriscalda il forno a 200° e inforna alla stessa temperatura per 25 minuti.

giovedì 13 settembre 2012

Tre cuochi per caso... (sezione dedicata ai più piccoli)

Oggi nasce una nuova sezione del blog, quella dedicata ai più piccini.
Vuoi che con tre treenni più che suonati in casa non dedichi loro uno spazio nel mio spazio? Impossibile! Impossibile perché nelle mie preparazioni (anche se non sempre) loro in qualche modo c'entrano sempre, che sia durante o.. dopo per la prova assaggio, loro sono lì. E allora perché non coinvolgerli direttamente nelle mie preparazioni? Converrete con me che impiegherò il doppio del tempo per preparare qualsiasi cosa, ma volete mettere la soddisfazione?? Loro e mia!?!


Tre cuochi per caso:

1. Gelato al fiordilatte con Gelataio 800 Simac (videoricetta)


sabato 1 settembre 2012

Torta allo yogurt nella MdP

Oggi fa freddo, a me il freddo piace e chi mi conosce lo sa bene, ma nel giro di pochissimo (e parlo di ore, non giorni!) siamo passati da circa 25-30°C a 13°C nella serata di ieri. Non sto a dirvi quanto è scesa ancora la temperatura questa notte perché lo ignoro anch'io, vi dico soltanto che con un occhio chiuso e l'altro aperto mentre dormivo in piedi ho rivoltato il baule alla ricerca di tre pigiamini a manica lunga per i bambini. E' stato più semplice infilarglieli mentre dormivano che cercarli nel buio e nel caos della stanza..
Ma riscaldiamoci con questa ricettina dolce e veloce veloce (presa dal web dall'amica Sara) che dedico a tutti coloro che sono in possesso di un elettrodomestico piccolo ma utile: la macchina del pane :-)
Anzi, questa ricetta in particolare la dedico alla mia amica Alessandra!




Ingredienti:
  • 250 ml yogurt alla vaniglia
  • 3 uova
  • 1/2 bicchiere di olio (io utilizzo 95 g. di olio extravergine di oliva di nostra produzione)
  • 300 g. farina 00
  • 100 g. zucchero bianco (io uso 100 g. di zucchero di canna)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 50 g. di cioccolato fondente al 70% a pezzetti

Inserisci nel cestello della macchina gli ingredienti nell'ordine di cui sopra, quindi prima lo yogurt, poi le uova, l'olio e via via tutto il resto, scegli il programma per la cottura dei dolci e.. buona colazione (o buona merenda!)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...